I molteplici benefici di un esercizio fisico moderato

cura stress torino

Un moderato esercizio fisico è importante per chi vuole condurre una vita sana, sia da un punto di vista fisico che psicologico.

Per quanto riguarda la sfera psicologica, nelle persone che fanno regolarmente esercizio fisico moderato, il sistema parasimpatico, il “freno” fisiologico che induce periodi di calma, è più sano e più forte, e questo è senz’altro un buon antidoto contro l’ansia e gli attacchi di panico. Mentre la sintesi di oppiodi endogeni, come le beta-endorfine, che aumenta in risposta all’esercizio fisico, produce un miglioramento del tono dell’umore aiutando a prevenire o contrastare situazioni depressive.

Alcuni studi si sono occupati di chiarire gli effetti che l’esercizio fisico ha sul cervello.

Studi di neuroimaging hanno mostrato che l’esercizio fisico incrementa il volume sanguigno in una regione cerebrale, “il giro dentato”, implicata nei processi della memoria.

Altri studi hanno invece evidenziato come la pratica fisica stimoli anche uno dei più potenti fattori di crescita cerebrale il BDNF, una proteina che mantiene in salute i neuroni favorendo le sinapsi e stimolando la neurogenesi, la formazione di nuove cellule cerebrali.

Per quanto riguarda i benefici che l’esercizio fisico ha per la salute del nostro corpo, oltre a migliorare il sistema cardiovascolare,  riducendo il rischio di malattie cardiache, ictus cerebrale e diabete, l’attività fisica aiuta a regolare l’appetito, modifica il profilo lipidico del sangue, riduce il rischio di almeno dieci tipi di cancro, rinforza il sistema immunitario e contrasta gli effetti tossici dello stress.

Infine, l’esercizio fisico stimola i vasi sanguigni a produrre “ossido nitrico”, una molecola che regola il flusso sanguigno attraverso i tessuti organici. Se il flusso si incrementa, il corpo crea nuovi vasi sanguigni e il nostro corpo ha un maggiore accesso al nutrimento e all’ossigeno ed elimina meglio i rifiuti, e questo migliora le prestazioni in molte funzioni umane.

 

Il cervello: istruzioni per l’uso, John Medina, Bollati Boringhieri, 2010

FacebookTwitterGoogle+Condividi
TAGS: