La Terapia EMDR (Eyes Movement Desensitization and Reprocessing)

EMDR torino

 

EMDR torinoCos’è l’ EMDR

L’ EMDR (Eyes Movement Desensitization and Reprocessing – Desensibilizzazione e Rielaborazione attraverso i Movimenti Oculari) è una metodologia psicoterapica incentrata sulla mobilitazione di un sistema cerebrale di auto-guarigione a base innata. Tutti abbiamo un sistema fisiologico di auto-cura, di riparazione dei danni causati da esperienze dolorose. Un sistema che utilizza costruttivamente le esperienze, anche quelle negative, riducendo lo stress emotivo e contribuendo a generare nuovi apprendimenti utili alla persona.

E’ capitato a tutti noi di imbatterci in eventi di vita stressanti, fastidiosi o anche drammatici, ma se ci ripensiamo adesso non ci sfiorano più, non risuonano più emotivamente. Con la terapia EMDR facciamo leva sul medesimo processo di elaborazione, che evidentemente tutti possediamo e di solito funziona molto bene, anche se non ne siamo pienamente consapevoli.

A volte succede che questo meccanismo si inceppi, così come può succedere che una ferita della pelle faccia infezione e bisogna disinfettare ed aspettare che rimargini. Per le ferite psicologiche non rimarginate, l’EMDR è come un disinfettante che aiuta la mente ad aggiustarsi da sola.

 

In cosa consiste l’EMDR

Nella terapia EMDR, a partire dalla descrizione di uno o più eventi connessi ad un problema specifico, il terapeuta guida il paziente nell’elaborazione dei ricordi disturbanti, utilizzando un protocollo strutturato e set alternati di stimolazioni bioculari.

Il trattamento con l’EMDR può durare da un minimo di 1-3 sedute, ad un anno e più per i problemi più complessi.

 

Prove di efficacia

L’efficacia del trattamento EMDR nella cura di diversi disturbi psicologici è evidence-based, scientificamente comprovata da numerosi studi scientifici che ne descrivono anche i correlati neurobiologici e neurochimici.

L’Organizzazione Mondiale della Sanità, nell’agosto del 2013, ha riconosciuto L’EMDR come trattamento efficace per la cura dei traumi psichici e dei disturbi ad essi correlati, come disturbi d’ansia, depressione, attacchi di panico e disturbi alimentari (cit. in I. Fernandez et al., 2011).

 

Qual è il meccanismo di funzionamento della terapia EMDR

Nonostante le numerose prove di efficacia, il meccanismo che determina i risultati dell’EMDR è ancora oggetto di indagine e dibattito.

Secondo gli studi di Marcel A. van den Hout, ricercatore di fama internazionale, che negli ultimi anni si è dedicato a testare tutte le ipotesi inerenti il meccanismo di funzionamento della terapia EMDR, il meccanismo sembra essere un processo di appesantimento della memoria di lavoro durante il recupero di ricordi disturbanti (van den Hout et al., 2011).

La memoria di lavoro ha una capacità limitata, pertanto l’impegno in un secondo compito (seguire il movimento delle dita) interferisce con il recupero dei ricordi rendendoli meno vividi. Si aprirebbe così lo spazio ad un’elaborazione più distaccata di quanto accaduto.

 

Quali problemi possono essere risolti con l’EMDR

L’efficacia dell’EMDR è stata dimostrata in tutti i tipi di trauma, sia per i traumi più gravi, come incidenti, catastrofi naturali, gravi malattie, violenze subite, maltrattamenti psicologici e/o fisici, sia per i traumi di minore entità che derivano da esperienze di vita e relazionali particolarmente stressanti da un punto di vista emotivo, come relazioni familiari disturbanti, conflitti di coppia, perdite finanziarie, lutti.

Viene definito traumatico qualsiasi evento, situazione o relazione continuativa che sovrasta la capacità della persona di fronteggiare, sopportare e comprendere quanto accade, in modo tale da sentire minacciata la propria integrità fisica e/o psicologica.

Le conseguenze di un trauma possono essere il disturbo post traumatico da stress, ma anche altri disagi psicologici come attacchi di panico, disturbo ossessivo compulsivo, ansia, depressione, disturbi alimentari, difficoltà sessuali.

FacebookTwitterGoogle+Condividi
TAGS: