Terapia sessuologica

sessuologa torino

A volte l’esperienza del piacere può risultare compromessa da pensieri connessi a ingiustificati sensi di colpa, all’assunzione di ruoli rigidi e stereotipati o a rappresentazioni distorte di sé, del partner e della relazione.

Il problema può essere quello di non riuscire a sentirsi soddisfatti del proprio corpo, di conoscerlo poco, o di non vivere con serenità e piacere il proprio essere “uomo” o “donna”. Oppure una problematica di natura sessuale può essere collegata al significato che viene attribuito al sesso, al piacere, all’intimità o alla relazione con il proprio partner.

Quando emozioni come paura, rabbia, disgusto, vergogna, tristezza compaiono nella vita sessuale, piuttosto che sopportarle con rassegnazione, bisogna accoglierne il messaggio e cercare di recuperare una dimensione di soddisfazione per il proprio corpo e di “piacere condiviso nell’intimità”.

Un “piacere” non solo genitale ma da intendersi il più possibile come un’esperienza integrata e ricca di significato, accompagnata da emozioni buone (allegria, tenerezza, passione), da un’idea positiva di sé, del partner e della relazione, vissuta in modo consapevole e deliberato, aperta all’esplorazione e al gioco.

La dimensione sessuale marca profondamente tutto il nostro essere ed entra in gioco in ogni rapporto, pertanto la terapia sessuale potrà riguardare l’area dei rapporti interpersonali in genere, l’interazione sessuale di coppia, l’area dello sviluppo sessuale nell’adolescenza, i problemi dell’identità sessuale, i cambiamenti della sessualità in età senile, e molto altro ancora.

Il percorso proposto può declinarsi in modi diversi a seconda della problematica presentata, ma ha sempre come obiettivo quello di poter vivere bene, in modo consapevole e deliberato, la propria sessualità.

FacebookTwitterGoogle+Condividi
TAGS: