L’ansia sociale può essere utile?

cura ansia sociale

La cura dell’ansia sociale ha l’obiettivo di ridurre il livello di ansia, non di eliminarla

L’obiettivo del trattamento psicoterapico non è quello di eliminare tutta l’ansia sociale, ma piuttosto quello di abbassarne il livello fino al punto che essa non rechi danno al funzionamento della persona.

Infatti, l’ansia è una sensazione normale che ogni persona sperimenta in momenti e situazioni diverse. La maggior parte delle persone riferisce di sentirsi imbarazzata, nervosa o ansiosa, qualche volta quando si trova in situazioni in cui potrebbe esserci il giudizio di altri. Ma in chi ha un disturbo di ansia sociale, la “paura degli altri” porta ad evitare alcune o la maggior parte delle situazioni sociali, con importanti ripercussioni sul proprio benessere psicofisico.

Chi soffre di ansia sociale tipicamente tenta ripetutamente di tenere sotto controllo l’ansia o di fare in modo che l’ansia non si manifesti. Tuttavia, piuttosto di pensare all’ansia come a qualcosa da evitare, può essere utile riconoscere che l’ansia in realtà ci aiuta a sopravvivere nel mondo.

I vantaggi dell’ansia sociale

Tutti i sintomi che la persona sperimenta quando è ansiosa aiutano l’organismo a sopravvivere di fronte a possibili pericoli o minacce sociali, preparando il corpo alla fuga o ad affrontare la minaccia a testa alta, magari con una risposta aggressiva. Quando siamo ansiosi il nostro cuore batte più velocemente per irrorare di sangue i muscoli più importanti, si inizia a respirare più rapidamente in modo da aumentare i livelli di ossigeno e soddisfare così le eventuali richieste aggiuntive, e si suda per raffreddare il corpo e poter essere fisicamente più efficienti.

Oltre a questi benefici generali dell’ansia, l’ansia sociale in particolare comporta anche altri vantaggi. La paura di poter fare una brutta impressione agli altri ci aiuta ad evitare di dire o fare cose che ci potrebbero far valutare negativamente o essere addirittura emarginati dal gruppo. L’ansia sociale ci spinge anche a prepararci ad affrontare una sfida sociale (ad esempio, un colloquio di lavoro) e avere la migliore prestazione possibile.

L’ansia sociale è dunque un problema solo quando si presenta con una frequenza e un’intensità tali da interferire con la vita della persona e da far sì che i costi siano maggiori dei benefici.

 

Bibliografia: L’ansia. Rachman S., 2004, Editore Laterza, Bari

Share