nuovi disturbi alimentari

Negli ultimi tempi, oltre i già noti disturbi alimentari, come bulimia, anoressia e binge eating, sembra che diventino sempre più diffuse delle nuove forme di disturbo alimentare. Qui di seguito un elenco dei principali disturbi alimentari emergenti.

Ortoressia

Dal greco “orto e orexis” – sano e appetito, l’ortoressia è caratterizzata da una maniacale ossessione per i cibi sani e “puri” (vegetali crudi, cereali e cibi macrobiotici, alimenti privi di pesticidi, conservanti ed altre sostanze artificiali, ecc.). Sicuramente gli eccessivi allarmismi che i mass media creano intorno al cibo, contribuiscono all’insorgenza di una preoccupazione eccessiva per il cibo, che può evolvere in un vero e proprio disturbo alimentare.

Vigoressia

Chi soffre di vigoressia ha una forte dispercezione corporea, che è opposta a quella di chi soffre di anoressia. Il vigoressico (tipicamente persone di sesso maschile) ha l’idea di essere troppo debole e magro. Di conseguenza i vigoressici fanno diete iperproteiche e anabolizzanti, e diventano dipendenza da sport. La loro ossessione è riuscire a diventare più forti e muscolosi.

Pregoressia

La pregoressia, dall’inglese “pregnancy e anorexia” – gravidanza e anoressia, è il disturbo alimentare che affligge le donne incinte, che sono spaventate all’idea di aumentare di peso. Durante la gravidanza, queste donne si sottopongono ad allenamenti prolungati e diete ipocaloriche, correndo dei rischi per la salute personale e quella del feto.
Ciò che caratterizza maggiormente la pregoressia rispetto agli altri disturbi alimentari è il momento di esordio, la gravidanza.

Drunkoressia

Dall’inglese “drunk e anorexia” – ubriaco e anoressia, la drunkoressia riguarda soprattutto gli adolescenti. Tipicamente, che è afflitto da questo disturbo alimentare, sceglie di digiunare durante il giorno per poter assumere ingenti quantità di alcol all’ora dell’aperitivo. In questo disturbo alimentare, la restrizione calorica è in genere strumentale all’abuso di alcolici, per riuscire a integrarsi socialmente.

Disturbi da condotte eliminatorie

Il sintomo principale è la presenza di condotte eliminatorie come vomito e abuso di lassativi e diuretici o altri farmaci, in assenza di abbuffate. A soffrirne sono principalmente donne ossessionate dal controllo del peso e della forma fisica, che ricorrono a questi comportamenti per compensare quelle che per loro sono trasgressioni intollerabili alla dieta.
Mentre nella bulimia nervosa la caratteristica psicologica principale sembra essere l’impulsività e la mancanza di controllo, nei purging disorders la caratteristica principale è la rigidità, la tendenza al controllo, il perfezionismo.

Night Eating Syndrome

E’ un disturbo alimentare nuovo, non molto conosciuto, che porta a un consumo eccessivo di cibo nelle ore serali e notturne, accompagnato da notevoli difficoltà di addormentamento e insonnia.
All’inizio la tendenza all’iperfagia notturna è episodica, ma col tempo diventa una dannosa abitudine a cui è molto difficile sottrarsi.
Il disturbo alimentare è spesso associato a depressione, disturbi fisici e disturbi del sonno.