Psicoterapeuta e psicologa a Torino, abilitata all’esercizio della professione con iscrizione all’Albo Psicoterapeuti Psicologi di Torino. Il mio interesse e le mie competenze riguardano la cura dei disturbi psichici, e la promozione di stili di vita salutari, per il mantenimento del benessere e la prevenzione della psicopatologia.

Lo psicologo per la prevenzione dei disturbi psichici

Ogni persona nel corso della propria vita si trova ad affrontare periodi di crisi e stress. Le ragioni sono molteplici, ma hanno sempre a che fare con una difficoltà a fronteggiare in modo positivo le difficoltà che si presentano. Ansia, preoccupazioni, umore depresso, insoddisfazione, noia, nervosismo, fanno parte della vita ed è impensabile eliminare completamente gli stati d’animo negativi.

Quando le cose vanno bene, anche se ci capita di provare stress e disagio psicologico, capiamo bene a cosa è dovuto e sappiamo gestirlo. Pertanto riusciamo a risolvere i nostri problemi in tempi ragionevolmente brevi. Quando questo non accade, il rischio è di trascinarsi in un malessere tale, da arrivare a sviluppare un disturbo psicologico.

In questi casi, una consulenza psicologica, può essere un aiuto importante per rimettersi in carreggiata e potersi godere pienamente la vita.

Psicologo e cure primarie

Così come abbiamo l’abitudine di consultarci col medico di base per la cura della nostra salute fisica, allo stesso modo sarebbe importante potersi rivolgere a uno psicologo di fiducia per la cura della nostra salute psicologica.

Purtroppo, però, sebbene qualche anno fa sia stata proposta una legge per istituire la figura professionale dello “psicologo di base”, questo passo non è ancora stato fatto. Di conseguenza la spesa della consulenza psicologica, è ancora una spesa interamente a carico della persona, anche se detraibile come spesa sanitaria. Inoltre, non fa ancora parte di una cultura diffusa che il benessere psicologico sia importante quanto la saluta fisica, dato che mente e corpo sono un’unità inscindibile.

Poter contare su uno psicologo di fiducia che ti conosce e ti segue nel tempo, può essere un valido aiuto nei momenti di cambiamento del ciclo di vita personale o familiare, e nei periodi di stress.

Il BenEssere viene da dentro di noi e va coltivato con stili di vita salutari

Il benessere e la salute si perseguono attraverso la capacità di scelte consapevoli e autonome, attraverso stili di vita adeguati, e relazioni sane e autentiche.
Quante volte ci siamo ritrovati a dire “da domani si volta pagina…”, “mi metto a dieta…” oppure “mi ritaglio più tempo per me stessa”, e poi i nostri buoni propositi rimangono solo delle parole che non trovano concretizzazione nei fatti?

Ci sono diverse ragioni che ci portano a mantenere abitudini che riconosciamo essere sbagliate. Ciascuno di noi vive in un contesto relazionale e ambientale che lo influenza, e spesso non ci rendiamo conto di come esso condizioni i nostri comportamenti. A volte succede che alcune abitudini siano funzionali a tenere a bada stati d’animo negativi che non riusciamo a risolvere. Altre volte un comportamento è sostenuto da false credenze e pensieri sbagliati.

E allora, che fare? Rivolgersi a uno psicologo può aiutare ad orientarsi e a sostenere scelte di vita più consapevoli, sviluppando competenze e risorse personali che ci permettono di vivere bene e in salute.

Domande frequenti:

Quando andare dallo psicologo può servire?

Chiedere l’aiuto di uno psicologo, in momenti di vita particolarmente difficili, può prevenire lo sviluppo di un disturbo psichico. Avere uno spazio dove poter affinare la propria capacità di ascolto interiore, può aiutare a sintonizzarsi meglio con i propri scopi e bisogni, e a comprendere a fondo difficoltà relazionali, lavorative o sentimentali. Può servire a potenziare le proprie risorse e capacità di fronteggiare periodi di vita particolarmente stressanti.

Rivolgersi a uno psicologo significa avere una debolezza mentale?

Rivolgersi a un professionista della salute psicologica per un aiuto mirato non è segno di debolezza o scarsa autonomia, ma al contrario è indice di determinazione nell’assumere il controllo della propria vita, affrontando un percorso di autoconsapevolezza. I periodi di stress e malessere psicologico portano con sé sofferenza e disorientamento ma, se ben affrontati, possono essere generativi di cambiamenti importanti e positivi.

Cosa differenzia la psicoterapia da un percorso di sostegno psicologico?

Un percorso di sostegno psicologico ha generalmente dei tempi più brevi rispetto alla psicoterapia, o i colloqui sono più sporadici nel tempo. Il disagio psicologico affrontato è più lieve e il cambiamento che si affronta è meno profondo.